Manuel Agnelli difende Asia Argento: «Uno schifo, Asia è una persona fragile»

"Sono addolorato perché sono amico di Asia - esordisce senza troppi preamboli Manuel Agnelli in conferenza stampa - e sono convinto del fatto che in un modo o nell'altro Asia sia una persona facilmente attaccabile, molto fragile e con un sacco di scheletri nell'armadio. Anche io ce li ho. Tutta questa vicenda ha raggiunto dei vertici di distorsione pericolosi, perché il New York Times non può essere un tribunale. Non c'è un'accusa, non c'è un'indagine, non c'è un processo, non c'è una condanna. Non ci può essere una condanna pubblica così netta e mostruosa. Per me è stato uno schifo a livello di comunicazione". "Sono addolorato anche come professionista - aggiunge poi - perché Asia, e lo dimostrerà nelle puntate di casting, ha fatto molto bene. Era una giudice molto forte e alla giuria faceva bene. Questa era una delle giurie migliori con le quali io abbia mai lavorato e la migliore degli ultimi anni".
X Factor, Asia Argento non ci sarà: ecco i dettagli dalla conferenza stampa