“L’aereo non riesce a trasportare tutto il carico. Passeggeri e bagagli lasciati a terra”. L'odissea di Alessandro per raggiungere la Grecia

di Emiliana Costa. Avrebbe dovuto essere una vacanza da sogno, con acque cristalline e tramonti mozzafiato. Eppure per Alessandro, 32enne informatico toscano, il viaggio di due settimane nell’isola di Paros in Grecia diventa un incubo. E a Leggo racconta la sua odissea: “L’aereo è partito dall’aeroporto di Pisa con tre ore di ritardo, perché a causa di presunti problemi tecnici non poteva trasportare un carico troppo pesante. Alcuni passeggeri sono stati lasciati a terra e anche tutte le valigie. Io e la mia compagna siamo riusciti a imbarcarci sul volo, ma abbiamo rivisto il nostro bagaglio solo quattro giorni dopo. Sono arrivato ad Atene con solo quello che avevo indosso. E poi mi chiedo: il velivolo su cui abbiamo viaggiato era davvero sicuro? Insomma, una vacanza da incubo”.