Fabio De Luigi e Miriam Leone mettono la nonna Bouchet in freezer: "Una commedia ispirata dai giornali"

Miriam Leone che sperimenta (con successo) molto comico, con un maestro doc come Fabio De Luigi eppoi Lucia Ocone e gli ingredienti di una black comedy in salsa italiana: ecco Metti la nonna in freezer, felice debutto cinematografico della giovane coppia di registi lucani Giancarlo Fontana e Giuseppe Stasi. Il film si ispira ad un fatto realmente accaduto vicino Cuneo: 40 famiglie hanno nascosto all'ufficiale di stato civile la morte di anziani genitori e nonni per continuare a percepire la pensione. "Io - dice Miriam divertita con alle spalle il vero freezer del film - sono una restauratrice cui lo Stato deve da mesi 160 mila euro, senza quei soldi è nonna a pagare gli stipendi alle mie due collaboratrici precarie. Morta la nonna, beh... ci arrangiamo" E l'integerrimo Fabio De Luigi, maresciallo della finanza, abile a scovare furbetti d'Italia annidati tra falsi invalidi e timbratori di cartellino, scopre Miriam, l'amore e... "E' stato divertente trovarsi su questo set - dice l'attore - e con Miriam. I due registi sono giovani ma ne sentirete parlare. Le storie che raccontiamo in questa commedia sono tratte dalle pagine di giornale, confermo, per questo faccio  fatica a definirla una commedia nera. Ci sono gli italiani che spesso diventano disonesti senza volerlo e saperlo". Tra i protagonisti spicca un ritorno graditissimo e davvero glam: "Che bello recitare con una icona come Barbara Bouchet: la metto nel freezer, ma è la nonna amatissima e ce la tengo davero poco in fondo", scherza l'ex Miss Italia. "Diciamo che abbiamo messo in freezer un sex symbol, mica è da tutti", chiude De Luigi. Il film, supportato da 01 Distribution, Uci Cinemas e The Space Cinema, uscirà nelle sale il 15 marzo dopo una lunga serie di anteprime. Alla domanda: fa ridere? Risponde De Luigi: "Se state chiedendo all'oste se il vino è buono, rispondo: sì, fa ridere. Noi ci siamo sbelllicati a farlo".