Spegne il pacemaker cerebrale: ecco gli effetti del Parkinson

Quando aveva 35 anni, a Andrew Johnson è stato diagnosticato il Parkinson precoce. Era il 2009, nel mese di novembre 2012 e febbraio 2013 ha subito un intervento chirurgico, la chirurgia stimolazione cerebrale profonda, per aiutare a controllare i suoi sintomi motori. L'intervento ha comportato una svolta nella qualità della vita dell'uomo, che vive con moglie e figli ad Auckland, in Nuova Zelanda. Andrew è l'autore di un blog per sensibilizzare l'opinione pubblica sulla sua malattia e in un video ha mostrato gli effetti positivi del suo bypass cerebrale: disattivandolo, l'uomo non riesce a controllare i suoi movimenti.