Coniugi uccisi a colpi d'ascia nel ferrarese: fermato figlio e amico. Vicini di casa sgomenti

Svolta nella notte nell'indagine sul caso della coppia, marito e moglie, uccisi a Pontelangorino, nel ferrarese. Sono stati fermati il figlio 16enne della coppia e un suo amico dopo un lungo interrogatorio davanti ai carabinieri del Nucleo operativo di Ferrara. L’arma del delitto: un’ascia. Le vittime sono Salvatore Vincelli, 59 anni, e la moglie Nunzia Di Gianni, 45, entrambi originari di Torino dove vive l'altro figlio di 25 anni. A dare l'allarme ieri era stato proprio il 16enne, rientrato a casa dopo essere stato da un amico. La causa scatenante del delitto sarebbero- a quanto emerso sinora -i rimproveri per il cattivo rendimento scolastico. Il fatto di sangue ha lasciato sgomenti i vicini di casa della famiglia in cui si è consumato il delitto. Questa la testimonianza di una vicina: “Una famiglia che andava al lavoro lontano e a casa c’erano poco. Lui lo ho visto due volte, con la moglie non ho mai parlato. Abitavano qua da aprile. . mi sembravano persone perbene”.