Chi è Sergio Mattarella, dodicesimo presidente della Repubblica

Avvocato, nato a Palermo il 23 luglio 1941, Sergio Mattarella è il dodicesimo presidente della Repubblica italiana. Dal 5 ottobre 2011 è giudice della Corte costituzionale. Laureato in giurisprudenza, è figlio di Bernardo Mattarella, democristiano e più volte ministro, e fratello di Piersanti, assassinato il 6 gennaio 1980 mentre era presidente della Regione Siciliana. La sua morte fu ricondotta a un omicidio di stampo mafioso. Presidente della Regione Sicilia, membro della Democrazia cristiana, Piersanti Mattarella viene assassinato con otto colpi di pistola. Sergio Mattarella nel 1983 entra alla Camera come deputato della Democrazia cristiana eletto nella circoscrizione della Sicilia occidentale. Tra i molti incarichi di Governo ricoperti da Mattarella ci sono la vice presidenza del Consiglio dei ministri, con premier Massimo D’Alema, e la guida del ministero della Difesa dal 1999 al 2001 sotto i Governi D’Alema II e Amato II. Proprio durante questo incarico abolisce la leva militare obbligatoria e trasforma l’Arma dei Carabinieri in forza armata autonoma. Ricopre l’incarico di ministro per i Rapporti con il Parlamento per i Governi Goria e De Mita. Mattarella è anche nominato ministro della Pubblica Istruzione nell’esecutivo Andreotti VI dal 1989 al 1990. Dall’incarico si dimette, insieme ad altri quattro ministri della Dc, per non votare la fiducia posta da Andreotti sulla legge Mammì. E' al nuovo presidente della Repubblica infine che si deve il nome della legge elettorale del 1993, sostituita poi dal Porcellum. La legge prevedeva un sistema misto, maggioritario e proporzionale.
DIVENTA FAN DI LEGGO